Ricerca

Il progetto ISPEHE è costituito dalle tre seguenti componenti innovative: l’Integrazione Strategica dei Modelli di Apprendimento (SILM), la Creazione di un Centro di Carriera Consolidato (PCCC) e lo sviluppo di una piattaforma (BEP) on-line che porterà all’integrazione degli studenti e la comunità imprenditoriale. Le ricerche condotte all’interno di ogni componente sono le seguenti:

Primo componente innovativo: L’Integrazione Strategica dei Modelli di Apprendimento (SLIM)

In un’era di una crescente necessità di adottare innovativi e compatibili metodi e pratiche educativi e anche di raggiungere gli obiettivi stabiliti in vari documenti strategici dell’Unione Europea, il progetto ISPEHE apre la possibilità di promuovere una cultura di apprendimento innovativa e le migliori pratiche di apprendimento adottate nei famosi istituti di istruzione superiore europei.

L’obiettivo principale di questa componente innovativa è di creare un modello pilota educativo sulla base degli approcci di apprendimento attuati con successo negli istituti partner coinvolti nel progetto. Questo modello pilota educativo porterà all’integrazione delle diverse modalità di apprendimento partecipativo, come il sistema di e-learning, l’apprendimento a distanza, gli approcci modernizzati di un coinvolgimento interattivo degli studenti nell’insegnamento, gli studi di caso e così via. Questi apparentemente diversi approcci all’apprendimento saranno combinati in un’innovativa e moderna proposta di un modello di apprendimento educativo che in primo luogo dovrebbe aumentare la qualità dell’istruzione che viene offerta negli istituti partner, e oltre, e creare una solida base per ulteriore sviluppo della cooperazione in questo settore. Il primo passo nell’integrazione strategica dei modelli di apprendimento adottati negli istituti partner è un’analisi dei bisogni di creare un tale modello di apprendimento innovativo. Gli obiettivi di questa analisi sono coerenti con gli obiettivi specifici della prima componente innovativa del progetto, cioè

  • identificare le pratiche di apprendimento attualmente adottate negli istituti partner,
  • fornire assistenza al processo decisionale riguardo alla creazione di un modello ottimale e le migliori pratiche di apprendimento,
  • fornire un approccio partecipativo da parte di tutti i soggetti interessati nella creazione di SILM,

e sostengono la loro attuazione.

La ricerca sull’analisi dei bisogni è stata condotta in tutti e cinque istituti partner coinvolti nel progetto allo scopo di racogliere informazioni su a) le pratiche di apprendimento più communemente adottate negli istituti partner, b) quali dei metodi di apprendimento e valutazione adottati sono comuni a tutti gli istituti partner e quali sono più specifici e/o unici e creative e c) quali sono le opinioni/gli atteggiamenti degli studenti/dei professori sulle adottate pratiche di apprendimento e la valutazione delle conoscenze. Le squadre degli istituti partner hanno congiuntamente preparato due tipi do Questionari, per gli studenti e per i professori, che consistono di 12 e 11 domande, rispettivamente, con la possibilità di scegliere più di una risposta. L’indagine è stata condotta nei mesi di aprile e maggio di 2015, tra gli studenti del primo, secondo e terzo anno di laurea che studiano nel campo degli affari e dell’amministrazione aziendale (in particolare l’imprenditorialità, la gestione e l’amministrazione aziendale) e tra i professori coinvolti nell’insegnamento di materie dei campi precedentemente citati.

Per determinare la proporzione del campione, il metodo di popolazione finita è stato utilizzato applicando il fattore di correzione di una populazione finita (fattore FPC) con deviazione standard sconosciuta. Il totale degli studenti e professori intervistati è 376 studenti e 59 professori e, sulla base dei risultati ottenuti, cinque individuali relazioni SILM sono state praparate, uno per ogni istituto partner. I risultati complessivi dell’indagine e delle relazioni preparate sono integrati e ampiamente elaborati nel documento Analisi dei bisogni del SILM , che in realtà rappresenta il sesto lavoro intellettuale del progetto. Esso, insieme agli altri lavori intellettuali, e disponibile nella documentazione del progetto. Questo lavoro, insieme ai precedenti cinque lavori che si riferiscono principalmente ai piani e alle relazioni dalla fase preparatoria del progetto, sarà pubblicato sulla Piattaforma europea per la diffusione, nelle fasi successive del progetto.

Seconda Componente Innovativa: Centro di Carriera Consolidato Pilota

In termini delle raccomandazioni citate in numerosi documenti strategici europei, gli istituti di istruzione superiore dovrebbero rafforzare le loro capacità di una rapida risposta a un mercato sempre più selettivo e alle esigenze della comunità imprenditoriale e della società. Alla luce di quanto sopra, la seconda componente innovativa del progetto ISPEHE mira a creare un centro di carriera consolidato a livello europeo attraverso il quale, da un lato, aumenterebbero le possibilità di lavoro dei laureati e, dall’altro, si risponderebbe in modo adeguato alle esigenze del settore degli affari riguardo alle abilità e le competenze che i laureati dovrebbero avere quando saranno assunti. A questo proposito, alcuni dei istituti partner hanno già dei centri di carriera che funzionano con successo e la loro esperienza e conoscenza accumulata saranno utilizzati adeguatamente per fondare un unico centro di carriera internazionale in cui gli studenti saranno in grado di ricevere competenze e consulenze ottimali per costruire la loro carriera successivamente.

Questo centro aiuterebbe gli studenti ad arricchire le competenze professionali e partecipare attivamente alla forza lavoro europea attraverso lo stage e volontariato durante i loro studi e anche lo stabilimento di contatti opportuni con la communità imprenditoriale durante il processo di assunzione. Attraverso gli esperti incaricati, Il Centro di carriera sarà in grado di valutare le capacità e le competenze di ogni studente con precisione e, su questa base, suggerire il percorso più giusto per costruire una carriera.

Gran parte della ricerca, per quanto riguarda la seconda componente innovativa, si concentrerà su 1) la ricerca degli esistenti centri di carriera che operano negli istituti partner e altre istituzioni in Europa e non solo, 2) l’enfasi delle caracteristiche più importanti dei centri di carriera di successo e 3) la creazione di un modello di centro di carriera unificato che sarebbe ugualmente applicabile e utile in ogni istituto di istruzione superiore.

La ricerca in relazione a questa componente dovrebbe iniziare nella seconda metà del mese di settembre, 2015.

Terza componente innovativa: La piattaforma del progetto di affari-istruzione (BEP)

La piattaforma BEP per la gestione dei progetti sarà una nuova soluzione IT (Tecnologie dell’informazione) innovativa per la gestione dei progetti che aumenterà le opportunità di cooperazione con la comunità imprenditoriale e le altre parti interessate nel processo educativo, riducendo così il divario esistente tra l’istruzione, il settore pubblico e quello privato. Questa piattaforma è stata progettata in modo che ogni parte interessata avrà un profilo registrato sulla piattaforma in uno dei tre gruppi: istituto di istruzione, società privata o impresa pubblica, e opererà sulla base di un’collaborazione multidisciplinare tra i gruppi, come primo passo nella gestione di progetti dalla fase iniziale a quella finale. Sarà anche creato un modulo speciale che fornirà uno scambio di documenti rapido ed efficace tra i partner del progetto. Al fine di scambiare esperienze e conoscenze che contribuiranno a una migliore collaborazione tra l’istruzione e il settore degli affari, si stabiliranno anche dei rapporti con simili piattaforme europee esistenti nelle fasi ulteriori del progetto.

Per quanto riguarda la ricerca di questa componente del progetto, finora sono realizzati: 1) ricerche rilevanti sulle caratteristiche e funzionalità della prima versione del BEP che sono già disponibili nella documentazione del progetto, 2) le specifiche tecniche e del software e 3) la versione demo del BEP1. Il progresso delle attività legate alla piattaforma può essere seguito online sulla piattaforma BEP (http://bep.ispehe.org).

  1. IO1 (Intellectual Output 1) – Web-sites of the project ISPEHE
  2. IO 2 – Communication,dissemination, project visibility plan
  3. IO3 – Quality assurance and risk assesment plan
  4. IO4 – Project Breakdown and Incidentals Budget
  5. IO5 – Inception report
  6. IO6 – SILM analysis
  7. IO7 – SILM PIlot model
  8. IO8 – Consolidated Career Center
  9. IO9 – Business Educational Platform (BEP) ver.1
  10. IO10 – Business Educational Platform (BEP) ver.2